WWE, Stone Cold Steve Austin: un nome, una leggenda

I profili delle migliori Superstar della WWE di tutti i tempi, con la collaborazione di Zona Wrestling. Oggi ci occupiamo del Texas Rattlesnake, "Stone Cold" Steve Austin.

Quando il rumore dei vetri infranti squarcia il silenzio di un'arena, quando chi c'è in scena comincia a tremare per la paura di ciò che gli verrà fatto, o semplicemente di ciò che gli verrà detto, quando le luci si concentrano su di lui, in quel momento, la folla esplode. In quel momento, come in nessun altro, l'elettricità si impossessa del mondo e "Stone Cold" Steve Austin è pronto a chiedere un Hell Yeah.

 

Già, perché nessuno, nel mondo del Wrestling, ha infiammato le folle come Steve Austin. The Rock è stato elettrizzante, Hulk Hogan un grande traghettatore, John Cena il volto di un nuovo Wrestling. Ma Stone Cold, il Texas Rattlesnake, è stato l'uomo che, a cavallo fra il fallimento e la riscossa, ha portato la World Wrestling Federation, oggi WWE, alla vittoria, conducendola come un grande comandante in un fiume pieno di rapide, calmate soltanto per un momento,  ma cavalcanti ancora una volta quando lui, profeta contro la dittatura del capo, pioniere dell'essere un cattivo che piaceva ai buoni, ha deciso di mostrare tutto il suo smisurato talento. 

 

E pensare che quella World Championship Wrestling che ha contribuito con grande sforzo a sconfiggere, era la stessa che non aveva mai fatto caso ai suoi micidiali colpi, pessima non intuizione loro, grande fortuna di Vince McMahon, perché se A ustin fosse esploso in quel di Atlanta, sede della famigerata compagnia di Ted Turner ed Eric Bischoff, forse la storia sarebbe stata diversa.

 

Invece è stato Vince McMahon ha dargli la possibilità, dopo aver visto le sue grandi qualità nella Extreme Championship Wrestling di Paul Heyman, uno del quale ancora si parla, e quanto, nella quale era stato per poco, pochissimo, prima di fare il salto da una contendente all'altra. E allora, dopo qualche inizio in sordina, a portare avanti una Gimmick inadatta e poco evolvibile, arriva il King of the Ring. Era il 1996 e Steve Austin "aveva appena preso a calci in c**o il mondo".  Nasce "Stone Cold", nasce l'uomo che farà della World Wrestling Entertainment un posto di vincenti ancora una volta, nasce uno dei Character che ha fatto fare più quattrini a Vince McMahon prendendolo letteralmente a calci On Screen, a suon di Stunner, a suon di discorsi mozzafiato, a suon di "Hell Yeah".  

 

Una carriera costellata di successi, che seppur incredibilmente rallentata da un infortunio al collo che continua a dargli problemi ancora oggi, ha saputo regalare a lui, alla sua compagnia e a noi, emozioni indimenticabili. Il King of the Ring, vinto in finale contro Jake "The Snake" Roberts, fu soltanto l'inizio di una serie di traguardi grandiosi. Il titolo intercontinentale, i titoli di coppia, tre Royal Rumble e poi, i titoli WWE. Steve Austin è uno dei pochi per i quali la WWE ha personalizzato la sua cintura, fatto che non fa che rendere ancora più leggendaria la sua permanenza fra le file della compagnia di Vince McMahon e che mette in risalto, una volta in più, la sua importanza nel mondo del Professional Wrestling, che, a dirla tutta, può essere ancora oggi riassunto in tre parole: World Wrestling Entertainment. Una WWE che al tempo di Steve Austin noi non potevamo vedere, ma che oggi, grazie alla grande espansione e alla voglia di TV come DMax, possiamo goderci tutti i giorni, o quasi. 

 

Vivere l'ascesa di un uomo come Steve Austin non è facile, e non lo sarà mai, ma per farlo non dovete mai abbandonare la vostra passione. State sempre attaccati al Wrestling targato WWE, perché è qui che nascono le leggende. E i giovani di oggi, come Matt Riddle, Sami Zayn, Roman Reigns e Seth Rollins, potrebbero essere coloro che, un giorno, saranno ricordati come oggi possiamo ricordare Steve Austin. Una leggenda. Una delle più grandi. Una delle più importanti. 

 

Luca Grandi

Zonawrestling.net

 

Zona Wrestling è raggiungibile anche sui vari social network ai seguenti contatti:

 

FACEBOOK

https://www.facebook.com/ZonaWrestling

 

TWITTER

https://twitter.com/Zona_Wrestling

 

GOOGLE NEWS

https://news.google.com/publications/CAAqBwgKMLr5kAswvbOlAw?oc=3&ceid=IT:it

 

TELEGRAM

https://t.me/zonawrestling

 

***

 

Scopri Dplay Plus, il servizio a pagamento di Dplay che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con Dplay Plus, che da luglio 2020 comprende anche la WWE, avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito a prezzo speciale!

 

***

Le aggressioni più devastanti di stone cold steve austin