WWE, Road Warriors: il miglior Tag Team di sempre?

Con Tutto Wrestling parliamo dei Road Warriors, uno dei Tag Team storici della WWE. Hawk e Animal hanno dominato la categoria negli anni '80 e nei primi anni '90.

Determinare chi sia il migliore in un determinato campo non è mai facile. Chi è il miglior attore di sempre? Chi è il miglior cantante di sempre? Sono domande complesse, a cui solitamente è molto difficile riuscire a dare una risposta univoca che accontenti tutti. Ma se parliamo di wrestling, e più in particolare di tag team wrestling, il discorso si fa molto diverso. “Qual è il miglior tag team di tutti i tempi?” è una domanda alla quale qualsiasi appassionato di wrestling riserverebbe una sola risposta: i Road Warriors.

 

Parliamo di un tag team che sconvolse letteralmente il mondo del wrestling, sin dal suo debutto nel 1983 in Georgia Championship Wrestling. In inglese esiste un'espressione per definire qualcuno che muove i primi passi all'interno di una disciplina, che nei primi tempi è costretto a pagare dazio e a chinare il capo per imparare i fondamenti: “learn the ropes”, particolarmente efficace per il wrestling dato che nella nostra disciplina le “ropes”, le corde, ci sono per davvero. I Road Warriors non hanno mai avuto bisogno di questa fase di apprendistato, di ambientamento.

 

La loro stazza, decisamente più imponente rispetto agli altri tag team dell'epoca, e il loro talento li posero immediatamente in una posizione privilegiata. Anche il modo in cui si presentarono fece la sua parte, dato che i membri del team presero ispirazione per la loro caratterizzazione dal film Mad Max 2 – uscito negli Stati Uniti con il nome “The Road Warrior” – decisero di ribattezzarsi Road Warrior Hawk e Road Warrior Animal e il loro ring attire consisteva in dei paraspalle da football americano con degli spuntoni acuminati e in quello che sarebbe diventato il loro inconfondibile facepaint. I Road Warriors furono i primi nel mondo del wrestling a prendere elementi di una produzione cinematografica e a implementarli nella disciplina.

 

Come detto, i Road Warriors non ebbero alcun bisogno di adattarsi e di farsi un nome, la loro presentazione li piazzò immediatamente al top del wrestling business. La loro stazza e anche il modo in cui facevano wrestling, un “power wrestling” abbastanza comune al giorno d'oggi ma assolutamente inusuale allora, diventarono un marchio di fabbrica che li portò a vincere per tre volte gli NWA World Tag Team Titles, dato che la Georgia Championship Wrestling faceva parte del circuito NWA. Non cambiò molto quando i due si trasferirono alla American Wrestling Association di Verne Gagne nel 1984, dove non solo conquistarono gli AWA World Tag Team Titles in modo repentino, ma continuarono a competere anche per gli NWA World Tag Team Titles. Rimasero in AWA fino al 1986.

 

Intanto però, nel 1985 Animal e Hawk iniziarono a competere anche in Giappone. Se al giorno d'oggi lottare in Giappone per i wrestler americani è pratica comune, allora non era affatto un processo così automatico. I Road Warriors però furono tra i primi anche in questo, iniziando a lottare in pianta stabile in Giappone, prevalentemente in All Japan Pro Wrestling ma anche in altre compagnie tra cui la New Japan Pro Wrestling. Durante la loro permanenza in Giappone vinsero anche gli NWA International Tag Team Titles, battendo due autentiche leggende come Jumbo Tsuruta e Genichiro Tenryu.

 

Durante la loro permanenza in Giappone, però, i Road Warriors non smisero di competere anche negli Stati Uniti; tutt'altro, iniziarono a lottare per la Jim Crockett Promotions, che con il tempo assunse un nome molto più riconoscibile per i fan del pro wrestling: World Championship Wrestling, WCW. I due rimasero nella compagnia per quattro anni, dal 1986 al 1990, conquistando anche gli NWA World Tag Team Titles e gli NWA 6-man Tag Team Titles insieme a Dusty Rhodes. Tra le tante “prime” dei Road Warriors, in WCW i due ne conquistarono una nuova: furono i primi a entrare nella celeberrima gabbia che ospitava i War Games, lottando insieme a Dusty Rhodes e Nikita Koloff contro i Four Horsemen a Great American Bash 1987.

 

Dopo aver lasciato la WCW nel 1990 a causa di problemi con l'allora direttore della WCW Jim Herd, i Road Warriors traslocarono nella rivale di quest'ultima, niente altro che la WWE, allora ancora nota con il nome di WWF, World Wrestling Federation. Nella federazione di Vince McMahon, Hawk e Animal furono costretti a cambiare nome: il Chairman pensava che ci fossero fin troppi “Warrior” nel roster (tra cui The Ultimate Warrior e “The Modern Day Warrior” Kenny Von Erich) e ribattezzò il team Legion of Doom, un nome che non era sconosciuto dato che durante i giorni della loro permanenza in GCW entrarono in una stable che portava lo stesso nome, a guidarla c'era Paul Ellering, per anni manager storico dei Road Warriors. I due membri del team, nonostante il cambio di nome, continuarono a chiamarsi Road Warrior Hawk e Road Warrior Animal.

 

Il destino dei due in WWF non fu però troppo esaltante: nonostante riuscissero a vincere i WWF World Tag Team Titles, i due non ebbero mai il successo che sperarono nella compagnia con sede a Stamford. Questo fu in parte causato da un esordio un po' in sordina, dato che Vince McMahon li inserì immediatamente in una rivalità con i Demolition (ovvero il team che lui stesso aveva messo su per “replicare” i Road Warriors) che però non decollò mai. Le idee di booking della compagnia fecero il resto, dato che nel 1992 diedero al team un pupazzo da ventriloquo chiamato Rocco che portò Hawk ad abbandonare immediatamente la compagnia. Animal rimase nella compagnia ancora per qualche tempo, facendo coppia con l'ex membro dei Demolition Crush, ma un grave infortunio alla schiena determinò la fine del suo percorso in WWF.

 

Intanto Hawk era tornato in Giappone, dove aveva cominciato a lottare in team con Kensuke Sasaki, presto soprannominato Power Warrior. I due adottarono il ring name The Hell Raisers e si inserirono nella divisione tag team della NJPW, dove conquistarono anche gli IWGP World Tag Team Titles. Quando Animal guarì dal suo infortunio alla schiena raggiunse l'amico Hawk in Giappone e i due, insieme a Power Warrior, ripresero il loro nome originale Road Warriors. Animal e Hawk tornarono poi in America, di nuovo in WCW, dove sfidarono diversi celebri team come gli Harlem Heat (Booker T & Stevie Ray) e gli Steiner Brothers. Provarono anche a sfidare Sting e Lex Luger per i titoli, non avendo successo nel tentativo, prima di lasciare ancora una volta la compagnia per divergenze economiche con Eric Bischoff.

 

I Road Warriors tornarono quindi in WWE, chiamandosi ancora una volta Legion of Doom. Vinsero per la seconda volta i titoli della compagnia, battendo i The Godwinns ma perdendoli poco dopo contro i New Age Outlaws (Road Dogg & Billy Gunn). A seguito di un tentativo infruttuoso di riconquistare i titoli, Animal e Hawk vennero alle mani per la prima volta l'uno contro l'altro e la compagnia suggerì ai fan che i due non avrebbero più fatto coppia, salvo poi venire ripresentati come “Legion of Doom 2000” (una versione “modernizzata” e aggiornata dei due) un paio di mesi dopo, a Wrestlemania XIV. C'è poco altro da ricordare dello stint in WWE dei Legion of Doom, principalmente per dei problemi che Hawk iniziò ad avere con l'alcool e la droga. La WWE decise di portare sullo schermo quei problemi e affiancò ad Animal Droz, che cominciò ad accompagnarli al ring. I due lasciarono la WWE nel marzo del 1999.

 

Cominciarono quindi a girare i territori indipendenti, tornarono in Giappone, fecero anche un'apparizione in TNA quando intervennero per salvare gli America's Most Wanted da un pestaggio. I due tornarono brevemente in WWE nel 2003, sperando di tornare a ottenere un contratto full time, ma non riuscirono nell'intento. I Road Warriors decisero allora di scrivere un libro sulla loro carriera ormai leggendaria, ma Hawk non vide mai la pubblicazione del libro: morì infatti nell'ottobre del 2003 a causa di un attacco cardiaco mentre stava dormendo, a soli 46 anni.

 

Animal tornò in pianta stabile in WWE nel 2005 e iniziò a lottare insieme a Heidenreich in quelli che vennero presto ribattezzati Legion of Doom 2005: la strana coppia riuscì anche a conquistare i titoli di coppia, i WWE Tag Team Titles, battendo gli MNM nel luglio 2005. Animal dedicò il suo intero stint in WWE, nonché la vittoria dei titoli, al suo amico fraterno Hawk. I LOD 2005 persero i titoli tre mesi dopo contro gli stessi MNM, in un Fatal 4-way a cui parteciparono anche William Regal & Paul Burchill e i Mexicools, salvo poi essere licenziati entrambi nel corso del 2006. Animal tornò in Giappone, in AJPW, dove riformò il tag team con Power Warrior formando gli Hell Warriors. I due lottarono in tag dal 2007 al 2014, quando Power Warrior annunciò il suo ritiro, terminando anche la permanenza di Animal nella compagnia giapponese.

 

Il 2 aprile 2011 Road Warrior Hawk, Road Warrior Animal e Paul Ellering vennero introdotti nella WWE Hall of Fame, curiosamente con il nome Road Warriors con il quale non erano mai stati presentati nella compagnia. A introdurli nell'arca della gloria fu Dusty Rhodes. Il 22 settembre 2020, meno di due mesi fa, Road Warrior Animal è passato a miglior vita mentre si trovava in vacanza nel Missouri con sua moglie.

 

Nome leggendario, look iconico, gloria eterna, palmares infinito: i Road Warriors rappresentano l'apice del pro wrestling nella divisione tag team. Chiedetelo a qualsiasi appassionato di wrestling, chiedetelo a qualsiasi tag team che abbia mai calcato un ring di wrestling negli ultimi trent'anni: chiunque sa chi sono i Road Warriors e perché la storia della divisione tag team sia stata scritta da loro. Probabilmente molti di loro hanno iniziato a pensare di diventare dei wrestler provando a riprodurre per gioco la Doomsday Device, celeberrima finisher nonché marchio distintivo del team, come dimostrato dai tantissimi team che hanno usato la mossa almeno una volta sul ring. Un omaggio al più grande tag team che abbia mai calcato un ring di wrestling.

 

Questi i contatti per seguire Tutto Wrestling sui social network:

 

FACEBOOK

https://www.facebook.com/tuttowrestling/

 

TWITTER

https://twitter.com/tuttowrestling

 

GOOGLE NEWS

https://news.google.com/publications/CAAqBwgKMKKClQswjNqqAw?hl=it&gl=IT&ceid=IT%3Ait

 

TWICH

https://www.twitch.tv/tuttowrestling

 

TELEGRAM

https://t.me/tuttowrestling 

 

***

 

Scopri Dplay Plus, il servizio a pagamento di Dplay che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con Dplay Plus, che da luglio 2020 comprende anche la WWE, avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito a prezzo speciale!

 

***

Chi erano i road warriors