Vespa

Vespa, 75 anni fa l'ingresso nel mercato automobilistico italiano

Era il 29 marzo 1946 quando Piaggio presentò sul mercato la Vespa, diventata nel corso degli anni un vero e proprio simbolo del Made in Italy. Ripercorriamo la storia di uno scooter leggendario.

Il 29 marzo 1946, esattamente 75 anni fa, la Vespa fa il suo ingresso nel mercato italiano. La mente dietro a quello che diverrà un simbolo del Made in Italy nel mondo è Corradino D’Ascanio, ingegnere aeronautico che su input di Enrico Piaggio dà vita alla Vespa. Ripercorriamo la storia di uno scooter diventato leggenda. 

 

LA STORIA DELLA VESPA

 

DMAX: I TUOI PROGRAMMI PREFERITI SONO SU DISCOVERY+ 

 

La data universalmente riconosciuta come quella della nascita della Vespa è il 23 aprile 1946, giorno in cui a Pontedera viene depositato il primo brevetto. A produrla è la Piaggio, fondata a Genova nel 1884 da Rinaldo Piaggio. La Piaggio è una società che inizialmente si occupa della costruzione di arredamenti navali. Terminata la Seconda Guerra Mondiale, i figli di Rinaldo Piaggio, Enrico e Armando, lavorano sodo per dare nuovo slancio alla produzione industriale e puntano su una totale riconversione: il core business diventa così la mobilità individuale. Enrico Piaggio pensa a un prodotto accessibile a tutti e di largo consumo, requisiti necessari in un paese uscito malridotto da un terribile conflitto bellico. Un prodotto che l’ingegnere Corradino D’Ascanio rende realtà. Ma prima della Vespa erano stati realizzati alcuni prototipi come il “Paperino”, un motoscooter ispirato alle motociclette per paracadutisti. 

 

LORD OF BIKES: TUTTE LE PUNTATE SONO SU DISCOVERY+! 

 

"Paperino" non aveva però soddisfatto Enrico Piaggio e così D’Ascanio si era rimesso al lavoro con l’obiettivo di plasmare un mezzo comodo, con una guida agevole e con delle ruote facilmente sostituibili. E infatti, a differenza delle comuni motociclette, la Vespa è ideata per stare comodamente seduti in sella, senza il rischio di sporcarsi i vestiti. Fondamentale nella creazione dell’iconico scooter è anche l’aiuto del disegnatore Mario D’Este. Per quanto riguarda il nome, è frutto di quanto esclamato dallo stesso Enrico Piaggio dopo aver visto il prototipo: “Sembra una vespa!”. La produzione inizia poco dopo con 2mila esemplari della prima Vespa 98 cc. che finiscono sul mercato. Se ne trovano due versioni: quella normale da 55mila lire e la versione “lusso” da 61mila, dotata di alcuni optional tra cui il contachilometri. Il decollo nelle vendite arriva già nel 1947, mentre un anno dopo compare sul mercato la Vespa 125, di cui vengono prodotti oltre 10mila esemplari.  

 

VEDO GENTE, GUIDO COSE: GUARDA TUTTE LE PUNTATE SU DISCOVERY+ 

 

Numeri che non si arrestano e che continuano inesorabilmente a crescere, ancor di più quando nel 1959 entra sulla scena la prima Licenziataria tedesca. La Vespa inizia a circolare in tutta Europa e poi in tutto il mondo, con stabilimenti che spuntano in India, Africa, Brasile, Australia e USA. Arriva così a essere prodotta in 12 nazioni e commercializzata in 114 paesi, superando le 2 milioni di unità vendute. Ad oggi la Vespa ha toccato quota 20 milioni di unità prodotte. Alla sua diffusione hanno contribuito anche centinaia di film in cui la Vespa ha ricoperto un ruolo da protagonista: ricordiamo - per citarne solo alcuni - "Vacanze Romane" del 1953, "Quadrophenia", "American Graffiti", "La carica dei 102", "The Interpreter" e "Transormers". Nel corso della sua storia la Vespa ha inoltre preso parte con successo a numerose competizioni motociclistiche. Negli ultimi anni la produzione ha fatto registrare ancora traguardi eccezionali, con 170mila unità prodotte solo nel 2015. Ora la Vespa viene prodotta in tre siti: a Pontedera, a Vinh Phuc (Vietnam) e a Barmati (India). Ma in qualunque strada del mondo si trovi, sarà sempre un simbolo del Made in Italy.

 

ATTIVA SUBITO DISCOVERY+

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito! 

In Officina con Ema: guarda tutti i video!

I più visti su DMAX Discovery+