concorde

L'ultimo volo di un Concorde: era il 26 novembre 2003

Il 26 novembre 2003 andava in pensione il Concorde, un aereo da trasporto supersonico entrato ufficialmente in servizio nel 1976 sulle linee Parigi-Dakar-Rio de Janeiro e Londra-Bahrein. Guarda il documentario sul terribile incidente avvenuto il 25 luglio 2000 che fu tra le principali cause della sua dismissione.

Il 26 novembre 2003 andava ufficialmente in pensione il Concorde, un aereo da trasporto supersonico entrato ufficialmente in servizio nel 1976 sulle linee Parigi-Dakar-Rio de Janeiro e Londra-Bahrein. Si trattava di un aereo da trasporto supersonico dismesso nel 2003 per gli smisurati consumi e gli spaventosi costi di manutenzione, ma anche per quanto avvenuto il 25 luglio 2000 quando in un terribile incidente persero la vita 113 persone. Ricostruiamo quanto accaduto in quel giorno da incubo grazie alla puntata di Cronaca di un disastro dedicata proprio allo schianto del Concorde che potete vedere qui sotto o senza pubblicità attivando discovery+.

 

DISASTRO AEREO DEL CONCORDE: GUARDA QUI SOTTO LO SPECIALE 

 

Siamo nel mezzo delle vacanze estive, l’economia europea è in ascesa e l’Aeroporto di Parigi Charles de Gaulle pullula di turisti desiderosi di partire. Cento passeggeri stanno per salire a bordo del Concorde per un volo transatlantico. Sono quasi tutti tedeschi diretti a New York, dove poi salperanno per una crociera verso l’Ecuador. Nell’angusta cabina di pilotaggio c’è Christian Marty, 54 anni, il primo uomo francese ad aver attraversato l’Atlantico in windsurf. È un pilota esperto, carismatico, definito assolutamente straordinario. Un uomo che ama la vita e l’aviazione. Sul volo con lui ci sono anche il Primo Ufficiale Jean Marcot e l'Ingegnere di Volo Gilles Jardinaud, per un equipaggio tra i più esperti del settore. Sono le 15 e tutto è pronto per il decollo del Concorde. Poco prima dell’autorizzazione per il decollo, il Capitano Christian Marty chiede di poter sfruttare l’intera pista. 

 

ATTIVA DISCOVERY+ E GUARDA IL MEGLIO DI DMAX  

 

Le prime centinaia di metri della pista sono in fase di rifacimento, la Torre di controlla lo ricorda a Marty che richiede nuovamente l’autorizzazione per sfruttarla tutta. Una volta autorizzato il decollo del Concorde, l’aereo inizia a prendere velocità. Parte da molto lontano, visto che ha bisogno di tutta la sua lunghezza per decollare. Ma il mezzo è sovraccarico e pieno di carburante. Il Capitano ha infatti deciso di caricarne 2 tonnellate per il rullaggio. Una quantità enorme che si trova all’interno del serbatoio 11 e che va bruciata assolutamente prima del decollo. Non è carburante che si brucia per far decollare l’aereo, serve esclusivamente per il rullaggio. L’aereo deve quindi raggiungere una determinata velocità grazie ai quattro motori che devono lavorare alla massima potenza. Il pilota accelera prima di ricevere un’informazione che non avrebbe mai voluto ascoltare: c’è un incendio che si sta espandendo sull’ala sinistra, proprio quando il mezzo ha raggiunto la velocità necessaria per il decollo. In quello stesso momento un Jumbo dell’Air France si ferma sulla pista in attesa di passare: a bordo c’è il Presidente francese Jacques Chirac. 

 

CRONACA DI UN DISASTRO: GUARDA TUTTE LE PUNTATE SU DISCOVERY+ 

 

Durante l’accelerazione, la traiettoria del Concorde inizia a cambiare. L’aereo si sposta verso sinistra e passa esattamente sopra il Boeing 747 del Presidente transalpino. Una volta decollato, il Capitano Christian Marty cerca di ritrarre il carrello per ridurre la resistenza. Niente da fare, il carrello si è incastrato e non rientra. Intanto a terra la Torre di controllo non crede ai suoi occhi mentre osserva il Concorde decollare ma impossibilitato a raggiungere la quota di crociera. Marty prova a tenere l’aereo in volo per il tempo necessario a raggiungere l’aeroporto di Parigi-Le Bourget, situato a circa 9 km dall'aeroporto Charles De Gaulle. “Le Bourget, Le Bourget, Le Bourget” sono le ultime parole chiare che si sentono dalla cabina di pilotaggio prima che il volo Air-France 4590 si schianti sull’Hotel Hotelissimo a Gonesse. Muoiono tutti i 100 passeggeri, i nove membri dell'equipaggio e anche quattro persone che erano a terra. Un tragico incidente che fa calare il sipario su una delle più grandi leggende dell'aeronautica. Ricostruiamo la catena di piccoli errori che ha portato a questa tragedia grazie alla puntata di Cronaca di un disastro che potete vedere qui sotto.

 

***

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!

L'incidente del Concorde: guarda lo speciale su discovery+

I più visti su DMAX Discovery+