Inaugurato il primo ascensore per passeggeri al mondo: era il 23 marzo 1857

Sono passati 164 anni da quando, in un grande magazzino di New York, veniva installato il primo ascensore per passeggeri progettato da Elisha Otis, inventore e imprenditore americano.

Avete appena fatto la spesa, siete arrivati a casa e dovete scaricare dalla macchina due buste stracolme e una cassa d’acqua. Aprite il portone, date uno sguardo alle scale, le ignorate e tirate un sospiro di sollievo salendo in ascensore e pensando a che faticaccia sarebbe stata farsi quei piani a piedi con tutta la spesa. Ecco, quel sospiro di sollievo (sì, lo sappiamo: non tutti possono tirarlo) lo dovete in buona parte a Elisha Othis, inventore e imprenditore americano che nel 1853, durante un'esposizione a New York, presentò al mondo il primo ascensore con un dispositivo automatico di sicurezza e in grado di mettere in sicurezza la cabina in caso di rottura della fune di sollevamento. Insomma, un’autentica rivoluzione. L’ascensore sarà poi inaugurato ufficialmente il 23 marzo 1857, esattamente 164 anni fa, in un grande magazzino newyorchese. Ma come si è arrivati a questa svolta?

 

LA STORIA DELL’ASCENSORE

 

DMAX: I TUOI PROGRAMMI PREFERITI SONO DISCOVERY+ 

 

Ascensori rudimentali, funzionanti grazie alla forza animale, umana o idraulica, compaiono già nel III millennio a.C. Alcuni sono visibili tutt’oggi, come quelli al Colosseo di Roma. Facendo un balzo avanti nel tempo, se ne trova traccia anche a Versaille, dove alla fine del 600 i re francesi se li facevano costruire per i motivi più disparati. Luigi XV lo usava ad esempio per far scappare l’amante, la Duchessa di Chateauroux, nel suo appartamento. Era conosciuto col nome di “chaise volante”, vale a dire “sedia volante”, e fu prontamente rimosso dal Marchese di Pompidour nel 1751. Per arrivare all’idea di ascensore come lo intendiamo oggi, bisogna arrivare all’800 quando entrano in scena i motori idraulici e a vapore. Alcuni ascensori a energia idraulica, funzionanti con un contrappeso e sollevati tramite un cavo, venivano utilizzati nelle fabbriche d’Europa e d’America. L’ascensore si diffonde poi negli Stati Uniti a metà dell’800 con uno scopo ben preciso: costruire edifici sempre più alti, un’esigenza dovuta al vertiginoso incremento della popolazione nei centri urbani. 

 

IL GENIO DELL'INVENZIONE: GUARDA TUTTE LE PUNTATE SU DISCOVERY+ 

 

Ed eccoci al nostro Elisha Othis, inventore e imprenditore statunitense passato alla storia come l’ideatore dell'ascensore di sicurezza, motivo per cui il suo nome figura nella National Inventors Hall of Fame. Othis cattura l’attenzione di tutti nel 1853 durante un'esposizione al New York Crystal Palace, dove presenta un ascensore dotato di un dispositivo di sicurezza e in grado bloccare la cabina in caso di improvvisa rottura della fune di sollevamento. Passano quattro anni  e il 23 marzo 1857 la sua idea diventa ufficialmente realtà dopo che in un grande magazzino di New York viene installato il primo ascensore per passeggeri da lui progettato. Funzionava perfettamente ma necessitava di una persona in sala motori e un’altra a comandarlo in cabina. Il passo successivo è l’introduzione del motore elettrico - installato sopra la cabina - nel 1880, merito dell’inventore tedesco Werner von Siemens. Nel 1920 gli ascensori raggiungono la velocità di 420 m/s e fanno la loro comparsa i primi sistemi di controllo automatico, ovvero la possibilità per chi li usa di chiudere le porte e decidere su quale piano andare. Nel 1940 prende il via lo sviluppo di sistemi elettronici per il funzionamento degli ascensori, mentre a fine anni 90 si prendono la scena gli ascensori giapponesi capaci di toccare la velocità di 750 m/s. Un progresso infinito che non accenna ad arrestarsi.  

 

ATTIVA DISCOVERY+

 

***    

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito! 

Ingegneria Last Minute: guarda tutte le puntate