Golden Gate Bridge, il 5 gennaio 1933 iniziava la costruzione dell’icona di San Francisco

Sono passati 88 anni da quando cominciarono i lavori di costruzione del Golden Gate Bridge, il celebre ponte che sovrasta lo stretto tra l'Oceano Pacifico e la Baia di San Francisco.

Uno dei ponti più famosi al mondo. Il più grande ponte sospeso del pianeta fino al 1964 (oggi si trova al nono posto). È il celebre Golden Gate Bridge che sovrasta il Golden Gate, lo stretto che unisce la baia di San Francisco all’Oceano Pacifico. Il 5 gennaio 1933, esattamente 88 anni fa, iniziavano i lavori di costruzione di quest’opera imponente e affascinante. E in occasione di questo anniversario vi raccontiamo la sua storia e vi consigliamo di guardare le puntate di “Ingegneria impossibile”: dietro ogni meraviglia dell'ingegneria ci sono esperti, ingegneri e scienziati che hanno avuto il coraggio di sperimentare nuovi materiali, tecniche di costruzione all'avanguardia e hanno, così facendo, rivoluzionato il loro campo.

 

LA STORIA DEL GOLDEN GATE BRIDGE

 

Inaugurato il 27 maggio 1937, il Golden Gate Bridge è il simbolo di San Francisco e qui passa una delle autostrade più trafficate degli Stati Uniti, ovvero la U.S. Route 101. Prima della sua comparsa, chi voleva passare da una sponda all’altra doveva servirsi dei traghetti. Poi tutto cambiò grazie al progetto - costato più di 35 milioni di dollari - degli ingegneri Joseph Baermann Strauss, Charles Alton Ellis, Leon Moisseiff (suo anche il progetto del Manhattan Bridge a New York) e dell’architetto Irving Morrow. Quando fu inaugurato, il Golden Gate Bridge era il più grande ponte sospeso del mondo, ovvero un ponte sorretto da cavi verticali (in questo caso spessi 91 cm) che a loro volta sono legati a delle torri situate alle estremità o sopra il ponte. Lungo in totale 2,71 chilometri, si trova mediamente tra 67 e 81 metri sul livello del mare. Le torri raggiungono invece i 225 metri sopra il livello dell’acqua. Il colore, chiamato “arancione internazionale”, è dovuto a due motivi. Il primo è che le primissime parti in ferro del ponte che arrivarono erano di una tonalità simile; il secondo è che questa colore sembrava sposarsi perfettamente con l’ambiente circostante.

 

INGEGNERIA IMPOSSIBILE: GUARDA TUTTE LE PUNTATE 

 

Il Golden Gate Bridge è anche tristemente noto per i suicidi: è infatti considerato il posto dove se nne commettono più al mondo. Il primo in ordine temporale ci fu appena tre mesi dopo l’inaugurazione e da allora se ne contano più di 1000. Il 98% delle persone che si è gettato è morto, ma c’è anche chi miracolosamente si è salvato. Tra questi figura l’attivista Kevin Hines che provò a togliersi la vita nel 2000 quando aveva solo 19 anni. Affetto da un disturbo bipolare, si lanciò dal Golden Gate Bridge dopo aver superate le barriere di protezione alte poco più di un metro. Secondi i testimoni presenti, un leone marino lo tenne a galla prima dell’arrivo dei soccorsi. Da quel giorno la vita di Kevin è radicalmente cambiata e oggi si batte per la prevenzione di gesti simili. Il Golden Gate è stato chiuso solo tre volte nella storia (l’1 dicembre 1951, il 23 dicembre 1982 e il 3 dicembre 1983), sempre a causa di fortissime raffiche di vento. Un momento di paura ci fu anche il 27 maggio 1987, giorno in cui si festeggiò il 50° anniversario e sul ponte arrivarono oltre 300mila persone. Il peso dei presenti abbassò di qualche millimetro la struttura e da quel giorno non sono mai più stati organizzati eventi del genere. 

 

PROVA SUBITO DISCOVERY+ 

 

***

 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito! 

Ingegneria Last Minute: guarda tutte le puntate