Burj Khalifa, il 4 gennaio 2010 veniva inaugurato il più alto grattacielo del mondo

In occasione dell'anniversario dell'inaugurazione del Burj Khalifa, scopriamo 'incredibile ingegneria che consente di costruire qualcosa di così grande nelle sabbie mobili del deserto.

L'edificio più alto dell'intero pianeta grazie ai suoi 828 metri. È il Burj Khalifa di Dubai, situato nel bel mezzo del deserto arabo e inaugurato esattamente 10 anni fa: il 4 gennaio 2010. In occasione di questo anniversario, potete guardare la puntata di "Big con Richard Hammond" dedicata proprio al Burj Khalifa. Richard esplora ogni parte di questa gigantesca città verticale, dalle più grandi fontane del mondo fino al pinnacolo a più di mezzo miglio di altezza. Scopre l'incredibile ingegneria che consente di costruire qualcosa di così grande nelle sabbie mobili del deserto e in che modo i lavavetri mantengono puliti più di 107mila piedi quadrati di vetro.

 

BIG CON RICHARD HAMMOND: IL BURJ KHALIFA. GUARDA IL DOCUMENTARIO 

 

Il Burj Khalifa è un colosso dell’ingegneria moderna che pesa mezzo milione di tonnellate e ha un design innovativo che ha ridefinito il concetto di grattacielo. L’acciaio con cui è costruito potrebbe coprire un quarto della circonferenza terrestre. Al suo interno ci sono circa mille appartamenti di lusso, 37 piani adibiti a uffici privati, bar, ristoranti, palestre, oltre 100 camere di un hotel a 5 stelle e uno dei più grandi centri commerciali del mondo. Insomma, una vera e propria città verticale che nel 2019 è stata visitata da ben 3 milioni di turisti, a testimonianza di quanto sia diventato un’attrazione unica nel suo genere. Chiamare il Burj Khalifa una città verticale non è un’esagerazione, tutt’altro. Basti pensare che come ogni metropoli che si rispetti sia dotato di un proprio sistema di trasporti composto da 57 ascensori appartenenti a varie linee (proprio come la metro). Un edificio così alto, inevitabilmente, oscilla. È stato costruito appositamente perché accada. E succede soprattutto quando arriva lo Shamal, il caldo e impetuoso vento che spesso fa capolino da queste parti. 

 

È ARRIVATO DISCOVERY+ A UN PREZZO INCREDIBILE! 

 

Guardando un edificio simile, una domanda sorge spontanea: com’è possibile pulire tutte le finestre (130mila m² di vetri) del grattacielo più alto del mondo? È un’impresa sovrumana e a compierla sono dei lavavetri specializzati. Per pulire l’intera struttura servono tre mesi, al termine dei quali si ricomincia da zero. Ogni finestra viene pulita quattro volte all’anno. Altra domanda: come si costruisce un gigante simile nel bel mezzo del deserto arabo? Sotto la sabbia non c’è un sostrato roccioso bensì un materiale friabile chiamato calcisintite, costituito da resti di conchiglie che si sono depositate sul fondo di un antico oceano. E così a cosa si ancora il Burj Khalifa? Alla sua base c’è una sorta di enorme racchetta da neve, una lastra di cemento che permette di far disperdere il peso del grattacielo senza farlo affondare. E sotto questa lastra ci sono 194 pali di cemento infilati nella calcisintite. Ciò che tiene tutto in piedi è quindi… l’attrito, una delle forze più intense del pianeta. Scopri tutti i segreti del Burj Khalifa guardando la puntata di "Big con Richard Hammond" dedicata al grattacielo più alto del mondo.

 

 *** 

 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito! 

Metal Detective: Missione sopravvivenza. Guarda tutti i video!