Brock Yates e la vera storia dietro "The Cannonball Run", la corsa più pazza d'America

La corsa più pazza d’America è stato uno dei cult degli anni '80, ma ciò che molti fan non sanno è che questo film era basato su una vera corsa illegale organizzata per protesta dal giornalista automobilistico Brock Yates.

Brock Yates. Un nome che dirà tanto agli appassionati di motori. Chi è? Un giornalista automobilistico che ha vestito anche i panni di sceneggiatore nel film The Cannonball Run, La corsa più pazza d'America, datato 1981 e diretto da Hal Needham. Una peliccola cult degli anni '80, ma ciò che molti fan non sanno è che questo film è basato su una vera corsa illegale organizzata per protesta proprio da Yates. Ricostruiamo tutta la storia grazie alla puntata di Auto biography: racing legend disponibile su discovery+.

 

BROCK YATES E LA VERA STORIA DIETRO "THE CANNONBALL RUN, LA CORSA PIÙ PAZZA D'AMERICA 

 

Non c’era assolutamente niente di legale nella Cannonball. Proprio così: zero regole. Si poteva guidare qualsiasi cosa. Letteralmente. Se qualcuno avesse montato il motore di un jet su un furgone, nessuno gli avrebbe detto niente. Era il Super Bowl delle grandi traversate americane, il cui scopo era arrivare più velocemente possibile da un lato all’altro degli Stati Uniti con qualunque veicolo. Ah, senza farsi arrestare. Per i suoi fan, la Cannonball da un lato all’altro del paese è poi diventata la corsa senza regole per eccellenza. Ma negli anni ’70 la questione era molto più seria. 

 

NON SEI ANCORA ABBONATO A DISCOVERY+? ATTIVALO ORA! 

 

Basti pensare che nel 1971, per limitare il numero di incidenti, il governo voleva emanare una legge che vietasse alle auto di superare i 90 km/h su qualunque autostrada. E qui entrò in scena il giornalista automobilistico Brock Yates che la prese sul personale. Yates si infuriò perché credeva che lo Stato stesse privando le persone di tutto il divertimento rappresentato dal possedere un’automobile. Pensava che non fosse giusto obbedire e adeguarsi a una simile decisione. Brock non credeva fosse la velocità la principale causa di incidenti. Secondo lui la colpa era solamente di chi non sapeva guidare e per questo cercò di dimostrare che i bravi piloti potessero guidare ad alte velocità in sicurezza. E per diffondere il suo messaggio Brock diede vita a un movimento di protesta. Sarà questo il primo passo verso una folle corsa illegale che diverrà famosa in tutto il mondo. Ricostruiamo tutta la storia grazie alla puntata di Auto biography: racing legend disponibile su discovery+.

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito! 

Metal Detective: guarda tutte le clip

I più visti su DMAX Discovery+