akashi bridge

Akashi Bridge, il 5 aprile 1998 l'inaugurazione del ponte sospeso più lungo del mondo

Sono passati 23 anni dall'inaugurazione del Ponte dello stretto di Akashi, il ponte sospeso più lungo del mondo grazie ai suoi quasi 4mila metri.

Un’autentica meraviglia dell’ingegneria. Parliamo dell’Akashi Bridge, il Ponte dello stretto di Akashi inaugurato esattamente 23 anni fa, il 5 aprile 1998. Lungo ben 3911 metri, unisce la città di Kobe e l’Isola di Awaji ed è il ponte sospeso più lungo al mondo. L’idea di costruire quest’opera monumentale è venuta al governo giapponese dopo il terribile incidente che nel 1955 ha coinvolto due traghetti ed è costato la vita a 168 persone. Iniziati nel 1988, i lavori sono durati dieci anni. Il ponte, come detto, è lungo 3911 metri e alto 282. Quest’ultima è l’altezza raggiunta dai due piloni che costituiscono il ponte. La campata principale è invece lunga ben 1991 metri. A costruirlo è stata la multinazionale industriale giapponese Ishikawajima Harima, la stessa presente nella cordata Eurolink che avrebbe dovuto costruire anche il Ponte sullo Stretto di Messina. Il progetto, archiviato nel 2015, prevedeva una struttura in grado di resistere a scosse sismiche fino a magnitudo 7.6 e a raffiche di vento fino a 216 km/h. 

 

DMAX: I TUOI PROGRAMMI PREFERITI SONO ON DEMAND SU DISCOVERY+ 

 

LA STORIA DELL'AKASHI BRIDGE: IL PONTE SOSPESO PIÙ LUNG AL MONDO

 

Nella sua breve vita questa creatura ingegneristica è stata messa a durissima prova da terremoti e venti violentissimi. Quasi non si contano le scosse di magnitudo superiore a 8.0 che hanno fatto tremare il Giappone. Il 17 gennaio 1995 si è verificato un terremoto di magnitudo 6.8 proprio a Kobe, con epicentro localizzato sotto al ponte. Nella città morirono oltre migliaia di persone ma il ponte e le due torri rimasero illese. La torre sud si spostò però di 120 cm e furono così necessari degli interventi di messa in sicurezza. Ma non solo terremoti. L’Akashi Bridge è stato temprato anche da tifoni con raffiche di vento superiori ai 200 km/h, eppure non è mai stato chiuso. 

 

INGEGNERIA LAST MINUTE: GUARDA TUTTE LE PUNTATE SU DISCOVERY+ 

 

I due giganteschi cavi sospesi che hanno il compito di sorreggere le campate dell’Akashi Bridge sono composti da 290 trefoli, ovvero un insieme di fili elementari fra loro ritorti. Cavi d’acciaio simili sono soggetti a corrosione, motivo per cui sono entrambi sottoposti a un getto d'aria 24 ore su 24 per evitare la condensa dell'umidità. La struttura poggia su due cilindri del diametro di 70 metri ciascuno posti sul fondale marino a una profondità di 110 metri. Inizialmente il progetto prevedeva anche il traffico ferroviario, successivamente soppresso. Attraversato oggi da oltre 20mila vetture al giorno, è costato in totale 500 miliardi di yen (circa 3,6 miliardi di dollari stando al cambio di valuta del 1998). La previsione del governo giapponese è che venga ripagato interamente dal pedaggio che è di 2300 yen. 

 

ATTIVA ORA DISCOVERY+

 

***

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito! 

Ingegneria Last Minute: guarda tutte le puntate

I più visti su DMAX Discovery+